Mal di Salento

 
image

 

Mal di Salento

Da bambino non fui protetto

dai sortilegi dello Scirocco

e dagli incantesimi della Tramontana.

Mi lasciarono giocare in riva al mare,

ad ascoltare il canto della Sirena.

Mi fecero scoprire presto i profumi della campagna,

dell’ origano, del mirto e della menta selvatica.

Nessuno mi impedì

che mi cibassi dei frutti del rovo e del corbezzolo,

dolci ed aspri,

e che mi pungessi, a volte, con le spine.

Lasciarono che la mia pelle bruciasse sotto il sole

e che i miei occhi si abbagliassero di luce bianca,

fino a non vedere più….

Lorenzo De Donno (Maglie, 2010)

 

Scritto con WordPress per Android

Annunci

2 thoughts on “Mal di Salento”

    1. Riflettendoci non è altro che un’articolazione dello slogan (o motto) ufficiale del Salento ( u sule, u mare e lu ientu). Ho già riportato, qui sul blog, un’altra poesia del 2014 che è affine all’argomento: “Sotto al pitosforo” alla quale Ti rimando, se avrai la pazienza di volerla leggere.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...